Cracovia, divenuto centro artistico e culturale della Polonia già dai tempi di Casimiro il grande (Kowal, 30 aprile 1310 – Cracovia, 5 novembre 1370), vanta tutt’oggi la fama di essere una delle città più interessanti del vecchio continente, tanto che per il suo valore storico, nel 1978 è stata posta sotto la tutela dell’ UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’umanità, riconosciuta per “trasmettere ai posteri una collezione, unica nel suo genere, di monumenti dei secoli passati, mirabili opere d’arte e architettura.”

Una città colma di storia, che raccoglie la maggior parte delle espressioni artistiche del paese del passato, ma anche dalla ricchissima vita economica, culturale e sociale contemporanea. Sotto al Wawel ci sono annualmente oltre a 40 festival e circa 3 mila concerti e spettacoli, ed è visitata da milioni di turisti che si muovono in una organizzatissima struttura logistica e ricettiva.

Città fortunata dal punto di vista architettonico, i cui edifici antichi sono stati risparmiati dalle due guerre mondiali, e che conserva tutt’oggi la più vasta ed intatta testimonianza della civiltà polacca, oltre ad essere sede dell’ università Jagellonica, la  più antica del paese e una delle più antiche d’Europa.

Capitale culturale

Capitale europea della cultura nel 2000 e insignita dall’ UNESCO del titolo di città della letteratura nel 2013, ospita annualmente eventi di risonanza internazionale come il festival del cortometraggio, la biennale della grafica e il festival della cultura ebraica, nonché svariate manifestazioni musicali e rappresentazioni teatrali.

Numerosi sono i musei che vi risiedono, già oltre una decina i più importanti, tra cui il Museo nazionale di Cracovia, che dal 19 Maggio ospita la ‘Dama con l’ermellino’ di Leonardo da Vinci, il Museo Czartoryski, quelli etnografico ed archeologico, il museo della Farmacia, nonchè pinacoteche e gallerie d’arte.

Sul sito ufficiale dei musei di cracovia, si può avere una panoramica della vastissima offerta culturale.
Arte Contemporanea in una location d’eccezione

Ma la nota forse più interessante, è la fioritura dell’arte moderna e contemporanea, che ha il suo tempio nel Museo di Arte Contemporanea di Cracovia (MOCAK) primo edificio di arte contemporanea nato dopo la seconda guerra mondiale, ricostruito sulle ceneri della fabbrica del celeberrimo Oskar Schindler, e diventato in brevissimo tempo punto di riferimento per le arti d’avanguardia e riconosciuto in ambito internazionale, tanto da essere visitato da più di 120 000 persone all’anno.

Oltre ad avere in programmazione ben 15 temporanee a stagione e duemila opere esposte in permanente, l’importanza di questa istituzione è anche e sopratutto sociale ed educativa, infatti le tematiche delle esposizioni sono sovente di carattere contemporaneo e trattano temi d’attualità che coinvolgono sia l’individuo sia la comunità nella difficile epoca che stiamo vivendo.

Ovviamente non finisce qui: negli ultimi dieci anni il mercato dell’arte internazionale ha dato spazio a moltissimi artisti polacchi, che si sono visti esporre tra i musei piò rinomati di Londra, Berlino e New York, e Cracovia è diventata la fucina di questi nuovi talenti, che si formano nelle numerose Accademie e Gallerie.

Per citarne alcune: la The Foundation New Era Art, Galeria i! ,Bunkier Sztuki, la Galeria Akademii Sztuk Pieknych , la Galerie del The International Cultural Center, la ZPAF Gallery

Non mancano ovviamente l’arte di strada e monumenti eccezionali come l’Eros Bendato

Evento importantissimo è anche il KRAKERS Cracow Gallery Weekend,

patrocinato dal Ministero della Cultura, dal Centro Culturale Internazionale e dal museo MOCAK; dalle parole della sua fondatrice Malgorzata Golebiewska:
«vogliamo, con Cracovia Gallery Weekend, influenzare in maniera positiva il mercato dell’arte, attraverso la cooperazione tra arte contemporanea e la vendita stessa dell’arte, tra le istituzioni e le gallerie. Krakers offre agli spettatori l’opportunità di visitare gallerie e spazi nuovi sconosciuti, dove possono imparare qualcosa di nuovo riguardo all’arte e avere una nuova prospettiva».

Ma la fervente attività di questa Capitale si evince anche dal suo aggiornatissimo portale ufficiale, dove insieme a notizie di utilità pubblica, news dell’ultima ora e comunicazioni vi è un vastissima programmazione di eventi ed attività culturali, oltre ad una sezione dedicata alle news del nostro paese, che insieme all’ Istituto Italiano di Cultura di Cracovia aprono il panorama polacco da e verso l’internazionalizzazione.

Se desiderate trascorrere un’ intenso soggiorno culturale non resterete di certo delusi!